Laserterapia

La laser terapia è un trattamento che consiste in un raggio elettromagnetico che si punta su una zona del corpo per fini terapeutici L.A.S.E.R. =  Light Amplification by Simulated Emission of Radiation cioè  amplificazione della luce attraverso l’emissione stimolata di elettroni.
Nell’apparecchio laser, un fascio di elettroni colpisce gli atomi di una “sostanza attiva” contenuta all’interno, la conseguenza dello scontro è l’eccitazione degli atomi che a loro volta emettono altri elettroni per tornare allo stato di riposo. Si crea una reazione a catena in cui un elettroni emesso colpisce gli atomi vicini e provoca l’emissione di tanti altri elettroni, finché il raggio laser esce dalla macchina per agire sul paziente.

La caratteristica del laser è quindi l’amplificazione dell’energia che arriva ad un alta intensità su una superficie molto piccola.
Il raggio Laser produce i suoi effetti sulla membrana cellulare e sui mitocondri, ovvero degli organuli che producono l’energia della cellula.
Gli effetti della laserterapia sono :

Incremento dell’attività metabolica:  accelera cioè la trasformazione di ADP in ATP (carburante della cellula), favorisce gli scambi elettrolitici tra la cellula e l’ambiente esterno attraverso la membrana cellulare, inoltre aumenta la produzione di DNA, RNA, aminoacidi e proteine.
Antalgico ( terapia del dolore): perche aumenta la soglia d’eccitazione sulle terminazioni nervose che portano il segnale del dolore.
Vasodilatazione: per l’incremento del calore locale; di conseguenza aumentano le attività metaboliche cellulari, la stimolazione neuro vegetativa e si modifica la pressione idrostatica nei capillari.
• Aumento del drenaggio linfatico: per l’accelerazione della pompa sodio/potassio, questo provoca un maggior assorbimento dei liquidi interstiziali, inoltre si riattiva il microcircolo.
Antinfiammatorio e Antiflogistico: provocato dallo stimolo a trasformare le prostaglandine (che richiamano liquido infiammatorio) in prostacicline e dall incremento del microcircolo.
Piccola modificazione del PH all’interno e all’esterno delle cellule.
• biostimolante, ottenuto con la stimolazione sul metabolismo che accelera la cicatrizzazione di ulcere e piaghe, inoltre provoca la riparazione delle lesioni muscolari che non hanno indicazione chirurgica perché favorisce la formazione di tessuto fibroso cicatriziale.
• Decontratturante : per via dell’effetto termico e dell’aumento del metabolismo.


INDICAZIONI:
• Tendiniti:
Rappresentano l′indicazione elettiva della laserterapia soprattutto le tendiniti del sovraspinoso, del bicipite, della epitroclea, degli adduttori, della zampa d′oca e del tendine di Achille.
• Postumi di traumi e traumatologia sportiva :
 Strappi muscolari, distorsioni , contusioni, stiramenti, contratture, ecchimosi, borsiti, talloniti, entesiti, tenosinoviti.
• Patologie artro-reumatiche:
artrosi, artrite reumatoide, sciatalgie, poliartriti, gonalgie con o senza versamento, torcicollo, lombaggini, epicondiliti, miositi.
• patologie da sovraccarico funzionale.
• Riabilitazione motoria articolare:
dopo la rimozione di apparecchi gessati o interventi chirurgici ortopedici

Esecuzione della terapia

Mentre il paziente rimane seduto o disteso sul lettino, sulla parte da trattare viene appoggiato l’applicatore del laser. L’esatto posizionamento è individuato eseguendo la valutazione del paziente eventualmente con l’ausilio di un referto ecografico o radiologico preesistente, unitamente all’indicazione della zona dove viene avvertito maggior dolore.
Una seduta terapeutica dura dai 10 ai 20 minuti. L’applicazione dell’energia laser non provoca sensazioni dolorose, ma solo una lieve percezione di calore. In alcuni casi è possibile avvertire un lievissimo bruciore o formicolio. 
 Durante il trattamento è obbligatorio l’uso di occhiali protettivi per prevenire il rischio di lesioni alla retina. Il paziente non deve utilizzare olii abbronzanti. 
Al termine del trattamento la persona può tornare a casa e riprendere le normali attività. Si consiglia solo di limitare l’esposizione al sole della parte trattata. È utile e spesso consigliabile, soprattutto agli sportivi, associare alla terapia con laser altri tipi di terapia fisica strumentale che possano potenziare in sinergia gli effetti terapeutici, facendo inoltre ricorso a tecniche riabilitative per velocizzare il recupero funzionale e stabilizzare i benefici ottenuti.

Risultati

Nella maggior parte dei casi si assiste a un evidente miglioramento in termini di scomparsa o riduzione del dolore e di ripresa funzionale.
L’attenuazione del dolore e dell’infiammazione sin dalla prima applicazione rappresentano degli ulteriori benefici di questa terapia.

Vantaggi

• È una terapia che non presenta rischi, non è invasiva, è indolore e può essere combinata con altre terapie presentando raramente effetti collaterali.
• L’azione focalizzata del laser fa sì che sia efficace esclusivamente nella zona da trattare, senza danneggiare il tessuto vicino.
• Essendo una terapia ambulatoriale, consente di ridurre al minimo l’inabilità al lavoro e, per gli sportivi, la perdita di ore di allenamento.

Il centro Evolution